CHIUDI

Ettore Sottsass

biografia

Ettore Sottsass nasce a Innsbruck, in Austria nel 1917. Si laurea in architettura al Politecnico di Torino nel 1939. Nel 1947 apre a Milano uno studio professionale di progettazione di architettura e design. In parallelo con l’attività progettuale partecipa a mostre di arte collettive e personali di pittura in Italia e all’estero, oltre che a diverse edizioni della Triennale di Milano. Nel 1958 inizia la sua collaborazione con Olivetti che durerà oltre trent’ anni e sarà premiata con tre Compassi d’Oro per il design. Per Olivetti ha disegnato tra l’altro: nel 1959 “Elea”, primo calcolatore elettronico italiano, “Tekne 3”, “Praxis 48”, la portatile rosssa “Valentina”,  il “Sistema 45”. Negli anni ’60 e ’70, attraverso una vasta e complessa attività, Sottsass definisce i temi di ricerca che negli anni a venire, porranno i fondamenti  del  Nuovo Design. Sono del 1963 le “Ceramiche delle Tenebre”. Seguono, nel 1964, i cento piatti “Offerte a Shiva” e i primi progetti di mobili in legno e ceramica per Poltronova. I “Superbox” sono disegnati tra il 1965 e il 1966 e degli stessi anni sono i progetti per le grandi ceramiche “Menhir, Ziggurat, Stupas, Hydrants & Gas Pumps”, poi esposte alla Galleria Sperone a Milano nel 1967. Nel 1966 inaugura, a Milano, la mostra al Centro Fly Casa; nel 1969, a Stoccolma, la mostra “Paesaggio per un Pianeta Fresco”. Sono infine degli anni 1968/1970 le ceramiche “Tantra” “Fumo” e “Yantra” e del 1970 i “Mobili Grigi” per Poltronova. Nel 1970, dopo un giro di conferenze nelle università inglesi, riceve una Laurea Honoris Causa dal Royal College of Art di Londra. Sempre nella seconda metà degli anni ’60, Sottsass fonda la rivista Pianeta Fresco con Allen Ginsberg e Fernanda Pivano e partecipa ai primi dibattiti sull’architettura radicale, cui fanno seguito, nei primi anni ’70, numerosi progetti di controdesign e inoltre: i mobili per la mostra “Italy, the New Domestic Landscape”, MOMA 1972, le  litografie “Il Pianeta come Festival”,1972, i tavoli e sgabelli per BBB e “Tappeto Volante” per Bedding Brevetti,1974.Nel corso degli anni, Sottsas continua a scrivere e pubblicare su Domus, Casabella e altre riviste di settore. Nel 1978, 1979 e 1980 partecipa alle mostre del gruppo Alchymia. Nel 1980 fonda Sottsass Associati e Memphis. Nel 1981 inaugura a Milano la prima mostra del gruppo Memphis (seguono mostre  fino al 1977). Memphis, cui partecipano architetti e designers di tutto il mondo, diventa, in brevissimo temp, simbolo del Nuovo Design e  riferimento per le avanguardie contemporanee. Nel 1988, con Barbara Radice, fonda la rivista Terrazzo, dove i temi del Nuovo Design posti da Memphis vengono allargati all’architettura e più in generale alla cultura contemporanea. Dal 1985 Sottsass riprende anche la progettazione di architettura. Progetti realizzati: casa Wolf,Colorado1987-1989; casa Bischofberger, Zurigo1991-1996; casa Olabuenaga Maui, Hawaii 1989-1997; casa Nanon 1995-1998 e casa Mourmans 1998-2001 Lanaken; casa Yuko, Tokyo 1991-1993; casa Van Impe, Belgio 1996-1998; Golf Club e Resort, Cina 1994-1996; villaggio a Jasmine Hill, Singapore 2000.  Una grande mostra retrospettiva del suo lavoro è stata fatta nel 1994 al Centre Pompidou di Parigi. Nel 2004 il Museo di Capodimonte a Napoli gli ha dedicato una grande mostra di fotografia. Nel 2005 retrospettiva al MART, Rovereto. Nel 2006 retrospettiva al LACMA , Los Angeles. Nel 2007 ultima mostra a Trieste, “Vorrei sapere perché”. Sue opere sono nelle collezioni permanenti di vari musei: Centre Georges Pompidou, Parigi; Musée des Arts Décoratifs, Parigi; Victoria&Albert Museum, Londra; Stedelijk Museum, Amsterdam; MOMA, New York; Metropolitan Museum, New York; Musée des Arts Décoratifs, Montreal; Israel Museum, Gerusalemme; National Museum,Stoccolma. Tra gli ultimi riconoscimenti che gli sono stati conferiti si segnalano:  1992, nomina a Officier de l'Ordre des Arts et des Lettres della Repubblica Francese; 1993, laurea honoris causa di Rhode Island School of Design, USA; 1994, premio IF Award Design di Industrie Forum Design, Hannover; 1996, nomina a Honorary Doctor del Royal College of Art, Londra; Award Prize di Brooklyn Museum, New York;  1997, Oribe Award, città di Gifu, Giappone; 1999, laurea ad honorem di Glasgow School of Art; 2001 lauree ad honorem di London Institut of Art e del Politecnico di Milano. Sempre nel 2001 è stato nominato Grande Ufficiale per l'Ordine al Merito dal Presidente della Repubblica Italiana. Nel 2003 è stato nominato Commandeur de l’Ordre des Arts et des Lettres dal Ministro della Cultura della Repubblica Francese. Nel 2005 riceve dal Presidente della Repubblica Italiana la Medaglia d'oro con Diploma di I classe conferita ai Benemeriti della Cultura e dell'Arte.

ITA | ENG

| | |